Cortesia, Professionalità e Rispetto


SALA OPERATIVA:  080 549 13 31 (numero attivo h/24)


MAPPA DEL TRAFFICO

Per visualizzare in tempo reale la situazione del traffico cittadino, cliccare sull'icona a destra

allerta meteo

Per visualizzare in tempo reale l'attuale stato di allerta meteo, cliccare sull'icona a sinistra

 




Pagina dedicata alla segnalazione dei lavori in corso sulla rete viaria cittadina che comportano modifiche della viabilità e temporanea istituzione di divieti .

(clicca sull'icona a sinistra)


in evidenza



LE ULTIME NOTIZIE DELLA P. L.


Sorpresi sulla Modugno-Carbonara a scaricare rifiuti: denunciati

La Polizia Locale di Bari era già da tempo sulle tracce di ignoti “sporcaccioni” che con diversi e ripetuti abbandoni, avevano generato una discarica abusiva a cielo aperto. Gli assidui controlli dei territori periferici istituiti dal Nucleo Antidegrado del Settore  Polizia Giudiziaria, tesi a contrastare i reati ambientali, hanno consentito agli Agenti della P.L. di scoprire un vasto fondo agricolo - nei pressi della SP Modugno /Carbonara - utilizzato  per lo sversamento abusivo di rifiuti speciali eterogenei destinati, con ogni probabilità, alla successiva ed illecita combustione. L’operazione è stata portata a termine grazie a mirati appostamenti diurni e notturni che hanno interessato la zona dove, precedentemente, erano stati già rinvenuti rifiuti speciali provenienti da attività economiche e, in parte, già incendiati.  I 2 trasgressori - sorpresi in flagranza - mentre scaricavano cumuli di rifiuti speciali (materiale legnoso, plastico e ferroso), sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per i reati previsti dagli  artt. 212, 256 co. 1 e co. 3 del D. L.vo 152/2006, perché in concorso organizzavano un’attività di raccolta e trasporto di rifiuti senza la prescritta autorizzazione nonché il conseguente e ripetuto abbandono degli stessi su suolo privato, realizzando di fatto un’attività di discarica abusiva. Il veicolo,  con cassone ribaltabile, marca IVECO, già attinto da un provvedimento di fermo amministrativo, utilizzato per la commissione del reato, è stato sottoposto a sequestro preventivo ai sensi dell’art.321,comma 3 bis, c.p.p.. Dagli accertamenti emergeva che il conducente dell’autocarro non possedeva la patente di guida in quanto già revocata. La vasta area invasa dai rifiuti, in attesa delle operazioni di bonifica e di ripristino dei luoghi, sara' sottoposta ad ulteriori accertamenti per verificare eventuale presenza di rifiuti pericolosi o percolamenti.  La tutela della salute pubblica è al centro degli obiettivi che il Corpo della P L. e l’Amministrazione comunale si sono prefissati, ragion per cui, i controlli e le indagini per la prevenzione degli abbandoni di rifiuti e dei conseguenti roghi derivanti dalla combustione degli stessi, continueranno anche nei prossimi mesi.


20 Gennaio 2020 - San Sebastiano

Attività del Corpo

Download
Info_Pl_1_2020_singolo.pdf
Documento Adobe Acrobat 906.6 KB

Il discorso del Comandante

Download
Discorso del Comandante.pdf
Documento Adobe Acrobat 369.2 KB


POLIZIA LOCALE BARI:  lotta alla illegalità, blitz  e sequestri in un esercizio commerciale.

Nell’ambito del potenziamento dei servizi predisposti dal Comandante del Corpo Generale Michele Palumbo e finalizzati alla tutela della salute pubblica, nella serata di ieri,componenti del Nucleo Annona/Amministrativa della Polizia Locale, unitamente al personale dell’ASL Bari, ha eseguito una mirata ispezione mirata anche alla verifica dei requisiti igienico-sanitari in un esercizio di vicinato di generi  alimentari (minimarket)  ubicato nel I° Municipio, Quartiere Libertà. 

A seguito dei controlli, il titolare dell’esercizio è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per reati connessi con le attività svolte.  Nell’occasione, gli agenti, accertavano il maltrattamento di animali - 35 galline rinchiuse in  alcuni scatoloni in cartone in pessime  condizioni - tali da determinare il decesso di alcuni esemplari. Il resto degli animali si  rinvenivano in evidente stato di sofferenza.

Le galline scampate alla probabile abusiva macellazione le cui carni sarebbero poi state destinate alla vendita al dettaglio, grazie alla collaborazione con una associazione di protezione animali,  poste sotto sequestro giudiziario sono state affidate in custodia alle cure di alcuni volontari giunti in loco, il detentore è stato deferito all’A.G. per il reato di cui all’art. 544ter c.p. Inoltre, nei locali interrati della stessa attività commerciale, veniva riscontrata la presenza di tabacco lavorato estero,  privo del contrassegno dei Monopoli di Stato confezionato in 48  involucri contenenti 15 buste ciascuno, verosimilmente,  destinati alla vendita di contrabbando.  Le quantità  di prodotti da fumo ai sensi e per gli effetti del DPR  43 del 23 Gennaio 1973, art. 291 bis e del D.Lgs n. 8 del 06.02.2016, superiori per quantità ai 10 kg, venivano sequestrate penalmente e poste anch’esse a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.  A carico dello stesso esercente, ai sensi della Legge 18 Gennaio 1994 n. 50 “modifiche alla disciplina concernente la repressione del contrabbando dei tabacchi lavorati”, successivamente con apposita comunicazione inoltrata all’Amministrazione dei Monopoli di Stato,  è prevista  la chiusura dell’attività per un periodo non inferiore a 5 giorni e non superiore ad un mese.  Infine allo stesso trasgressore venivano contestate sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni  al Codice del Commercio della Regione Puglia – l.r. 24/2015 - per l’omessa indicazione dei prezzi sui prodotti esposti  e alla normativa HACCP, per un importo complessivo di circa 3.000 Euro.  “continua incessante l’azione del Corpo della Polizia Locale di Bari  a tutela della legalità, della sicurezza alimentare e dell’igiene pubblica – spiega il Comandante Palumbo - frutto anche di una sinergica collaborazione con altre Istituzioni,  Enti ed associazioni di volontariato. Dai nostri controlli operati nella serata del 11.11.2019 sono emersi profili penalmente rilevanti a tutela della sicurezza alimentare, del benessere degli animali nonché al rispetto delle leggi (in genere) che riaffiora spesso nel tessuto sociale cittadino”.


ALLERTA METEO - ARANCIONE


ROGHI DI RIFIUTI - Sorpresi e denunciati dalla P.L. gli autori

Sorpresi in flagranza di reato e denunciati, mentre l'area adibita a discarica abusiva è stata sequestrata. Erano appostati nella zona e la prima colonna di fumo nero non è sfuggita agli agenti della Polizia Locale di Bari appostati nella zona, secondo le direttive e il Piano di controllo predisposto dal Comandante Gen. Palumbo, così sono stati sorpresi in flagranza di reato due uomini di 58 e 36 anni baresi, intenti a dare fuoco a vari depositi di rifiuti speciali nelle Campagne di Ceglie del Campo in un'area adibita a vera e propria discarica abusiva. Il fondo risultava addirittura concesso loro in locazione dall'ignaro proprietario. I due uomini risponderanno del reato di realizzazione di discarica abusiva ex art.256 del Testo Unico Ambientale e anche del più grave reato di accensione abusiva di rifiuti che prevede la pena della reclusione da 2 a 5 anni per la fattispecie di rifiuti speciali non pericolosi ex art 256 bis T.U.A..  I controlli delle aree periferiche continuano per la prevenzione delle accensioni di rifiuti, fenomeno che continua a suscitare preoccupazione nella popolazione.  Nei prossimi giorni,  oltre alla bonifica del sito sequestrato, sarà disposta l'analisi dei rifiuti combusti e quelli presenti per verificare eventuale presenza di rifiuti pericolosi o percolamenti di sostanze nel sottosuolo.


 La sezione "Ultime Notizie della P.L." é aggiornata a cura del sovr.te Italo Maremonti, sotto la supervisione del Comandante.