Cortesia, Professionalità e Rispetto


SALA OPERATIVA:  080 549 13 31 (numero attivo h/24)


MAPPA DEL TRAFFICO

Per visualizzare in tempo reale la situazione del traffico cittadino, cliccare sull'icona a destra

allerta meteo

Per visualizzare in tempo reale l'attuale stato di allerta meteo, cliccare sull'icona a sinistra

 




Pagina dedicata alla segnalazione dei lavori in corso sulla rete viaria cittadina che comportano modifiche della viabilità e temporanea istituzione di divieti .

(clicca sull'icona a sinistra)


in evidenza

Download
REGOLAMENTAZIONE TEMPORANEA DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE IN OCCASIONE DELLA 82^ EDIZIONE DELLA “FIERA DEL LEVANTE” DAL 8 AL 16 SETTEMBRE 2018
O.D. - 82^ FIERA DEL LEVANTE.pdf
Documento Adobe Acrobat 173.3 KB

LE ULTIME NOTIZIE DELLA P. L.


SEQUESTRO DI PRODOTTI ALIMENTARI VENDUTI ABUSIVAMENTE SULLA PUBBLICA VIA

Pattuglie  della squadra Annonaria della Polizia Locale di Bari hanno posto sotto sequestro ieri mattina in Carbonara oltre 250 kg di frutta e ortaggi pronti per essere messi in vendita senza le prescritte autorizzazioni. Gli interventi sono stati effettuati in Via Ospedale Divenere e all'interno del mercato coperto. La merce sequestrata, dopo essere stata sottoposta a controllo igienico-sanitario, è stata interamente devoluta ad un Istituto di Suore della città. I controlli della Locale continueranno nei prossimi giorni, proprio per evitare il fenomeno dei venditori abusivi sulle pubbliche vie.


COLTO IN FLAGRANZA DOPO UNO SCIPPO: IN MANETTE UN 23ENNE BARESE

Una pattuglia di Agenti Motociclisti della Polizia Locale di Bari ha tratto in arresto un 23enne cogliendolo in flagranza di reato dopo aver appena compiuto uno scippo ai danni di una signora che, aggredita e derubata violentemente della sua borsa, rovinando al suolo aveva subito lesioni fisiche. L'arresto del giovane è avvenuto ieri mattina nel quartiere Carrassi, quando gli uomini diretti e coordinati dal Comandante Generale Michele Palumbo, su segnalazione di un cittadino, apprendevano di uno scippo, appena perpetrato all’intersezione tra le Vie Giulio Petroni e La Sorsa. Acquisite le informazioni circa la descrizione del soggetto resosi responsabile del reato, si ponevano immediatamente all’inseguimento del fuggitivo, che veniva raggiunto e bloccato sul Corso Alcide de Gasperi, dopo aver tentato di disfarsi di una borsa di colore marrone ed un portamonete. Il giovane, con precedenti per detenzione di sostanze stupefacenti, è stato così tratto in arresto per rapina e lesioni e, su disposizione del Pubblico Ministero di turno, posto agli arresti domiciliari.

DENUNCIATO DALLA POLIZIA LOCALE DI BARI PER IL REATO DI MALTRATTAMENTO DI ANIMALI

Denunciato dalla Polizia Locale di Bari per il reato di maltrattamento di animali un 63enne barese  residente al quartiere Libertà. I fatti risalgono al luglio scorso. Su segnalazione di una cittadina che con il suo smartphone aveva “immortalato” il soggetto mentre, alla guida della sua auto, trascinava al guinzaglio un cane in evidente stato di affaticamento, gli uomini diretti e coordinati dal Comandante Generale Michele Palumbo sono riusciti a risalire al proprietario del cane, un Pit Bull di colore bianco,  regolarmente microcippato. L'uomo è stato, quindi, deferito all’Autorità Giudiziaria competente per il reato di maltrattamento di animali, ai sensi dell’art. 727 comma 2 e 544 ter del Codice Penale. Lo stesso ha confermato che in altre tre occasioni aveva condotto in quel modo l’animale, a suo dire, per fargli “sgranchire le zampe!”.


SCOPERTA ALTRA ATTIVITA’ ABUSIVA DI GESTIONE RIFIUTI PERICOLOSI IN UNA AUTOCARROZZERIA : SCATTA SEQUESTRO DELLA POLIZIA LOCALE DI BARI

Proseguono i controlli in materia ambientale da parte del personale del Settore P.G. della  Polizia Locale di Bari. Questa volta gli uomini diretti e coordinati dal Comandante Generale Michele Palumbo dopo il  controllo di una autocarrozzeria in Via Capaldi, nel quartiere San Pasquale, hanno riscontrato che nella stessa venivano abusivamente ‘gestiti’ e 'stoccati' rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi senza alcuna autorizzazione. Infatti in un locale adiacente l’area di lavorazione - adibito a deposito incontrollato di rifiuti – si sono rinvenuti lamierati, materiale assorbente pericoloso, ovvero filtri dell’estrattore della cabina forno, pneumatici fuori uso, bustoni in plastica contenenti rifiuti pericolosi costituiti  da barattoli inquinanti vuoti di solvente e vernice, senza rispettare le norme previste dall’art. 183 co°1 del d.lvo 152/06, riguardanti il deposito temporaneo dei rifiuti ed in particolare, i rifiuti pericolosi non stoccati in contenitori idonei e coperti marchiati UN, misti a rifiuti non pericolosi e privi dell’indicazione del codice CER.   Nello stesso vano-deposito erano presenti altresì altri rifiuti stoccati in contenitori contenenti polveri di scarto, solventi e miscele di solventi,  imballaggi contenenti residui di sostanze pericolose o contaminati da tali sostanze, assorbenti, materiali filtranti. Il controllo si è concluso con il sequestro preventivo ex art. 321 CPP dell’intero locale pertinente l’attività  e il deferimento all’ Autorità Giudiziaria dell’autore dell’illecito. Lo stesso é  stato altresì denunciato per la mancanza di autorizzazione alla emissione in atmosfera dei fumi prodotti dall'attività; sono state altresì comminate  le sanzioni amministrative pecuniarie previste dallo stesso Testo Unico Ambientale perché ometteva di tenere in modo completo il registro di carico e scarico dei rifiuti pericolosi e non prodotti nell'attività artigianale.


LIBERATO IMMOBILE OCCUPATO ABUSIVAMENTE IN VIA ALFREDO GIOVINE 21/A

Ancora un intervento della Polizia Locale di Bari, ieri mattina sul Lungomare Alfredo Giovine civico 21/A in Contrada Carnosa, dove gli uomini diretti e coordinati dal Comandante Generale Michele Palumbo con l'ausilio di due equipaggi della Polizia di Stato ed operatori del PIS ( Pronto Intervento Sociale ) del Comune di Bari hanno provveduto, su disposizione del Giudice dell’Esecuzione dr.ssa Assunta NAPONIELLO, a sgomberare l’immobile abusivamente occupato almeno da un anno prevalentemente da soggetti di etnia ROM. Sono state denunciate 6 persone (cinque uomini ed una donna) per i reati di occupazione abusiva di aree ed edifici privati. Inoltre durante i controlli di tutti i soggetti attraverso SDI e Ufficio Immigrazione è emerso, a carico di uno degli occupanti abusivi di nazionalità tunisina, un decreto di espulsione a cui non risultava aver ottemperato. All'interno dell'edificio, i cui proprietari avevano già denunciato l'invasione abusiva, non é stata rilevata la presenza di minori o soggetti in difficoltà a cui garantire un primo sostegno sociale da parte dell'Amministrazione comunale nonostante sul posto fossero presenti con le FF.PP. e la Polizia Locale anche gli operatori sociali dell'Ente. Successivamente alle verifiche l'immobile è stato restituito alla disponibilità dei proprietari.


 La sezione "Ultime Notizie della P.L." é aggiornata a cura del sovr.te Italo Maremonti, sotto la supervisione del Comandante.