PAGAMENTO DELLE SANZIONI PER VIOLAZIONE AL CODICE DELLA STRADA E ISCRIZIONE A RUOLO


Gli Agenti di Polizia Municipale, accertata una violazione al Codice della Strada, possono contestarla direttamente al trasgressore o notificare il verbale di accertamento entro 90 giorni, a mezzo raccomandata o tramite i messi notificatori. La persona che riceve un verbale di accertamento, deve pagare la sanzione amministrativa (la multa) entro 60 giorni dalla data della contestazione o della notifica. La Legge di conversione del “Decreto del Fare”, in vigore dal 21 agosto 2013, ha previsto la riduzione del 30% sulla sanzione pecuniaria minima, (Per esempio la “multa” per divieto di sosta attualmente prevede un importo minimo di euro 41,00 che diventa di euro 28,70 con la riduzione). Per beneficiare della riduzione, il pagamento deve avvenire entro cinque giorni dalla notifica/contestazione del verbale e non riguarda le spese di notificazione, che devono essere pagate per intero. Per beneficiare della riduzione, il pagamento può avvenire anche entro cinque giorni dalla data di ricevimento del preavviso di sosta o della lettera di preavviso dello street control. Se il verbale viene pagato dal 6° al 60° giorno dalla notifica/contestazione, non si ha diritto alla riduzione del 30%. La riduzione del 30% non si applica per le violazioni del Codice della Strada che comportano la sospensione della patente e/o la confisca del veicolo. Se erroneamente la multa viene pagata con la riduzione del 30% dopo 5 giorni dalla notifica, tale pagamento non estingue la sanzione poiché si configura come pagamento parziale. In questo caso il trasgressore può pagare la differenza tra l’importo versato e quello dovuto (sanzione pecuniaria minima) entro 60 giorni dalla notifica del verbale, evitando così l’emissione della cartella esattoriale. Se invece il trasgressore non effettua il pagamento entro 60 giorni, la sanzione, ai sensi dell'art. 206 del C.d.S., verrà iscritta a ruolo per una somma pari alla metà del massimo edittale, maggiorata degli interessi, delle spese postali, delle spese di iscrizione al ruolo e delle spese di procedimento. Il mancato pagamento della cartella esattoriale dà luogo al recupero forzoso della somma.

Il trasgressore può effettuare il pagamento in uno dei seguenti modi:

  • presso qualsiasi sede di Poste Italiane, mediante il bollettino di conto corrente postale ricevuto in allegato alla multa, trascrivendo l’importo da pagare ed indicando nella causale il numero di targa , la data e il numero del verbale;
  • con bonifico bancario codice IBAN IT28 V 07601 04000 001038626261 (dall'estero utilizzare il segunte codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX - CIN: V - ABI: 07601 - CAB: 04000) riportando nella causale di pagamento targa, data e numero del verbale;
  • sul sito internet del Comune di Bari nella sezione “pagamento contravvenzioni”, utilizzando carte di credito Visa/mastercard, carta Postepay o Banco Posta ed indicando nella causale il numero di targa , la data e il numero del verbale.

La persona interessata può, in ogni caso, rivolgersi al front office del Comando per ottenere informazioni riguardo le modalità di pagamento o per presentare ricorso alla Prefettura.

 

FRONT OFFICE

Ripartizione Corpo di Polizia Municipale e Protezione Civile

Via Paolo Aquilino,1-3 - 70126 Bari

tel. 080-5773435

Email: rip.poliziamunicipale@comune.bari.it

 

ORARI:

Lunedì 9.30 - 12.00

Martedì 9.30 - 12.00 15.30 - 17.00

Mercoledì chiuso

Giovedì 9.30 - 12.00 15.30 - 17.00

Venerdì 9.30 - 12.00

Sabato 9.30 - 12.00

 

L’importo da corrispondere è indicato sulla sanzione o sulla cartella esattoriale.

 

Il pagamento della sanzione va effettuato entro 60 giorni solari.